Statistiche positive

statistiche positive

Quante volte si sentono dire risultati di ricerche statistiche? Praticamente ogni giorno. Ogni singola azione, avvenimento, malattia, consumo, servizio viene praticamente studiato a livello statistico. Molte volte si sentono risultati che purtroppo dichiarano come certi aspetti della vita siano notevolmente peggiorati rispetto al passato. Ma noi vogliamo anche far risaltare le cose che stanno migliorando. Perchè si il mondo a volte è crudele ma fortunatamente esistono anche le belle notizie che ci aiutano ad avere fiducia nel futuro e nel prossimo.

Vediamo insieme le statistiche importanti e positive cosi per tornare a sorridere.

  • Povertà. Rispetto a 50 anni fa il numero delle persone molto povere è sceso di ben 3 volte. Per povertà assoluta si intende quando una persona deve vivere con meno di 1,58 euro al giorno. Fortunatamente questo numero sta diminuendo sempre di più.
  • Polio. L’ anno scorso si sono registrati solamente 37 casi di polio in tutto il mondo. Alcuni paesi poi non hanno più avuto nessuna persona contagiata dagli anni 90. Quindi la polio si può praticamente reputare debellata.
  • Contraccezione. Le donne che nei paesi poveri utilizzano i metodi contraccettivi sono ormai 300 milioni, ovvero 30 milioni in più rispetto a 5 anni fa.
  • HIV. Purtroppo il numero resta ancora alto ma le persone che muoiono per questa malattia sono diminuite drasticamente. Questo perchè la medicina sta facendo grandi passi in questo campo e l’ informazione e la prevenzione comincia a dare i suoi frutti.
  • Morte infantile. Il numero di bambini che muoiono prima di compiere 5 anni si è dimezzato. Una splendida notizia che si spera possa migliorare sempre di più.
  • Lavoro minorile. La politica e l’ informazione sta facendo un ottimo lavoro in campo sfruttamento minorile. Ad esempio in Italia la percentuale è scesa dal 64 % al 4 %.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *