Meno tasse per chi dona cibo ai poveri

orari cibo

Un comune della Valle D’Aosta ha pensato ad un’ottima soluzione per cercare di incentivare l’attenzione verso lo spreco di cibo nel rispetto di chi purtroppo per varie ragioni non può permettersi un pasto tutti i giorni.

Vi sono alcune ditte, aziende e negozi che spesso regalano prodotti alle associazioni volte all’aiutare i bisognosi ed i più poveri.

Questo comne ha pensato bene di agevolare e compensare questo grande gesto di umanità abbassando notavolmente la quota delle tasse annuali.

Uno sconto che andrà a pesare sulle tasse dei rifiuti che ogni anno sono sempre più salate per molti commercianti. Uno sconto che ha anche uno sfondo di vero bene: quello di aiutare chi è meno fortunato.

A dire la verità però questa nuova norma non è del tutto frutto del sindaco del comune in questione. Infatti esiste una norma nazionale che prevede un coefficiente di riduzione della tariffa per tutti quei commercianti e produttore che distribuiscono cibo a titolo gratuito.

Tuttavia, questo norma non viene sempre rispettata, anzi potremo dire anche quasi mai.

Ecco quindi che questo comune ha pensato invece di metterla in atto garantendo uno sconto a chi dona almeno due volte all’anno delle quantità uguali o superiori ai 50 kg di cibo ai più poveri.

Una mossa che si spera possa essere presa in considerazione anche da tanti altri comuni cosi da creare una catena sempre più ampia volta ad aiutare ed allo stesso tempo a sprecare meno cibo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *